FTP (File Transfert Protocol)

FTP significa "file transfer protocol" (protocollo di trasferimento file)
ed e' un mezzo per accedere a file immagazzinati su elaboratori remoti.
Nella terminologia Internet, tali elaboratori sono chiamati "Siti".
I file nei siti FTP sono tipicamente conservati in directory ad albero
(o cartelle nidificate per i patiti del Mac), ciascuna delle quali si
riferisce a soggetti diversi.
Quando si esplora un sito FTP utilizzando una connessione Internet diretta
ci si deve connettere specificando il nome del sito, fornendo il proprio
identificativo e la password, spostandosi poi sulla directory desiderata e
specificando il o i file desiderati che si vogliono trasferire sulla
propria macchina.
Utilizzare FTP a mezzo e-mail e' assai simile, eccetto per il fatto
che il sito desiderato viene raggiunto tramite uno speciale "ftpmail
server", il quale connette il sito remoto e provvede per voi a prelevare
e di seguito inviarvi il file richiesto, in risposta ad un determinato
insieme di comandi inviati nel messaggio e-mail.
Fare FTP con e-mail puo' essere utile anche per chi dispone di un
accesso completo ad Internet, poiche' alcuni siti FTP molto popolari
sono assai sovraccarichi di lavoro ed il funzionamento in modo
interattivo puo' essere lento in modo deprimente. Per cui risulta
vantaggioso in questi casi risparmiare tempo e bolletta telefonica.
Per poter utilizzare FTP con e-mail, per prima cosa vi dovete procurare
una lista di siti FTP, cioe' gli indirizzi di quei sistemi remoti
che consentono un accesso di tipo "anonimo" (cioe' senza bisogno di
disporre di un permesso di accesso e di una password su tale macchina).
Alcuni di questi siti piu' famosi sono elencati piu' sotto, ma potete
ottenere una lista completa di centinaia di siti "anonymous FTP" inviando
un messaggio e-mail al seguente indirizzo Internet:
mail-server@rtfm.mit.edu 
includendo nel CORPO del messaggio queste righe:
send usenet/news.answers/ftp-list/sitelist/part1
send usenet/news.answers/ftp-list/sitelist/part2
... (righe omesse per brevita') ...
send usenet/news.answers/ftp-list/sitelist/part21
In seguito riceverete, via e-mail, 21 file costituenti la "Lista dei
Siti FTP" (FTP site List). Da notare che questi file sono di circa
60K ciascuno, per cui tutto il pacchetto raggiunge quasi il megabyte.
Dato che questo fatto puo' creare problemi al vostro sistema, per prima
cosa date un'occhiata in giro per vedere se tale lista fosse gia' 
disponibile localmente.
Un altro file che potrebbe esservi utile e' "FTP Frequently Asked
Questions" che contiene un sacco di informazioni sull'utilizzo dei
servizi FTP, per cui al precedente messaggio aggiungete anche questa riga:
send usenet/news.answers/ftp-list/faq
Dopo aver ricevuto la lista dei Siti, potrete notare molte frasi come 
quelle che seguono e che indicano il nome del sito, dove esso e' situato
ed i tipi di file che tiene archiviati:
Site : oak.oakland.edu
Country: USA
Organ : Oakland University, Rochester, Michigan
System : Unix
Comment: Simtel Software Repository mirror
Files : BBS lists; ham radio; TCP/IP; Mac; modem protocol info;
MS-DOS; MS-Windows; PC Blue; PostScript; Simtel-20; Unix
Se vi interessa un determinato sito della lista, inviate un e-mail ad
uno dei seguenti ftpmail server:
ftpmail@sunsite.auc.dk (Denmark)
ftpmail@obelix.vslib.cz  (Czech)
ftpmail@garbo.uwasa.fi (Finland)
bitftp@vm.gmd.de (Germany)
ftpmail@ftp.uni-stuttgart.de (Germany)
ftpmail@ieunet.ie (Ireland)
ftpmail@dna.affrc.go.jp (Japan)
ftpxcorreo@ftp.rcp.net.pe (Peru)
bitftp@plearn.edu.pl (Poland)
ftpmail@relay.interbit.ro (Romania)
ftpmail@ftp.sunet.se (Sweden)
ftpmail@ftp.luth.se (Sweden)
ftpmail@win.net (United States)
bitftp@pucc.princeton.edu (United States)
ftpmail@ftpmail.ramona.vix.com (United States)
ftpmail@src.doc.ic.ac.uk (United Kingdom)
ftpmail@conicit.ve (Venezuela)
Non ha molta importanza quale scegliete, ma un server geograficamente piu'
vicino rispondera' prima NON usate il primo di questo elenco solo perche'
compare per primo!). Nel corpo del messaggio scrivete:
open <site> *usate "connect site" per i siti dec.com
dir
quit
Vi verra' inviato di ritorno un elenco dei file contenuti nella root
(directory radice) di quel sito. Osservate lo schema seguente, esempio di
risposta dal sito chiamato "oak.oakland.edu".
+---------------------------------------------------------------------+
-r--r--r-- 1 w8sdz OAK 1255 Nov 9 16:32 README
drwxr-xr-x 3 w8sdz OAK 8192 Feb 25 05:17 SimTel
d--x--x--x 3 root system 8192 Jan 19 20:26 bin
d--x--x--x 5 root system 8192 Dec 30 05:15 etc
drwxr-xr-x 3 w8sdz OAK 8192 Jan 30 17:37 pub
+---------------------------------------------------------------------+
Con il successivo e-mail potrete spostarvi su altre directory, scrivendo
ad esempio
chdir pub (usate "cd" se "chdir" non funziona)
prima del comando "dir". (Il comando "chdir" significa "cambia directory"
e "pub" e' un nome di directory comunemente utilizzato e nella quale e'
utile cominciare l'esplorazione). Una volta determinato il nome del file
che volete ricevere, usate:
get <nome del file>
nel messaggio successivo, al posto del comando "dir". Se il file che
volete prelevare e' un file testo, basta questo comando. Se invece e'
un file binario (eseguibile, compresso, ecc.) occorrera' aggiungere:
binary
nel vostro messaggio, prima del comando "get".
NOTA: molte directory nei siti FTP contengono in genere un file chiamato
00-index.txt, README, o qualcosa di simile, contenente la descrizione
dei file presenti. Se siete in fase di "esplorazione" ed un vostro "dir"
rivela la presenza di uno di tali file, prelevatelo con un "get".
Tale procedura puo' farvi risparmiare del tempo.
OK, andiamo ora a prelevare il testo della Magna Carta. Qui di seguito
c'e' il messaggio che dovete inviare a ftpmail@src.doc.ic.ac.uk (oppure ad
un altro ftpmail server):
open ftp.spies.com (Nome del sito FTP)
chdir Gov/World (Directory dove c'e' il file)
get magna.txt (Preleva....)
quit (E mandamelo a casa...)
Questi sono i comandi da inviare per prelevare un file dal Simtel
Software Repository menzionato piu' sopra.
open oak.oakland.edu (Nome del sito FTP)
chdir SimTel/msdos/disasm (Directory dov'e' il file)
binary (Perche' e' un file ZIP)
get bubble.zip (Chissa' che contiene...??)
quit (Ecco fatto!)
Qui di seguito sono elencati alcuni altri interessanti siti FTP che
potreste visitare. (Usate i nomi dei siti nel comando "open", ed il nome
della directory consigliata nel comando "chdir", come negli esempi
precedenti).
ocf.berkeley.edu : pub/Library (documenti, Bibbia, poesie, ecc.)
rtfm.mit.edu : pub/usenet/news.answers (info su USENET)
oak.oakland.edu : SimTel/msdos (GROSSO archivio software per dos)
gatekeeper.dec.com : pub/recipes (archivio di ricette di cucina)
Ricordate che non potete semplicemente inviare un e-mail a 
ftpmail@<qualsiasiposto>, ma e' necessario inviare il comando
"open <sito>" ad uno dei server ftpmail conosciuti.
Tenete presente che:
* i server ftpmail sono sempre piuttosto sovraccarichi di richieste, per
cui la vostra risposta potrebbe impiegare minuti, ore, od anche giorni
per arrivare
* alcuni file di notevoli dimensioni potrebbero arrivare spezzati in piu'
parti sotto forma di messaggi multipli; e' possibile controllare questa
funzione ed anche modificare l'indirizzo e-mail di ritorno con speciali
comandi ftp
* i comandi possono non essere i medesimi per ogni server - inviate il
comando "help" per ricevere la lista dei comandi accettati da quello
specifico server
* spesso i server ftpmail mantengono un loro archivio "locale", che potete
aprire omettendo il comando "open"; consultare un archivio locale viene
considerato prioritario rispetto a richieste "esterne" ed a tale
richiesta viene pertanto data precedenza.
Se il file che vi arriva ha un aspetto simile a quello che vedete piu'
sotto, molto probabilmente si tratta di un file binario che e' stato
codificato con "uuencode" (la parola "begin" con un numero ed un nome
di file su una riga, seguita da una serie di righe da 61 caratteri lo
dimostrano) da parte del sistema inviante. Questo sistema e' indicato
per inviare su Internet files binari in modo affidabile.
begin 666 answer2.zip
M4$L#!`H`!@`.`/6H?18.$-Z$F@P```@?```,````5$5,25@S,34N5%A480I[
M!P8;!KL,2P,)!PL).PD'%@.(!@4.!P8%-@.6%PL*!@@*.P4.%00.%P4*.`4.
Naturalmente a questo punto vi servira' una versione di "uudecode" adatta
al vostro sistema operativo (DOS, OS/2, Unix, Mac, ecc.) in modo da poter
ricostruire il file originario. E' probabile che possediate gia' una copia
di tale programma o che possiate trovarla in qualche directory del vostro
fornitore di accesso Internet, in caso contrario seguite le istruzioni
riportate nel prossimo capitolo per sapere come scoprire su quale sito FTP
sia possibile trovarne una copia.

INDIETRO