NEWSPLEX FOR NEWBIES


Realizzato da Enkidu

"Il server è l'autocoscienza del PC
allocata nei pressi della porta 119"


Indice:

1) NEWSPLEX!

2) PRONTI A PARTIRE!

3) LA PRIMA "ESECUZIONE"

4) FILES E CARTELLE CREATE

5) INTERFACCIA?!
   
6) COME VALUTARE UN SERVER
                                      

Per quanto riguarda NewsPlex è consigliata anche la lettura del manuale di NewsPlex in italiano tradotto da Eaglestorm


NEWSPLEX!

NewsPlex è un newsserver multiplo (multiplexer) per Windows95,
Windows98, Windows NT e Windows2000. Permette a ogni newsreader di
accedere simultaneamente a più newsserver, unendo il loro contenuto
in modo
trasparente in un singolo newsserver. Ad ogni avvio scarica alcuni
headers di ogni post e li archivia nei file contenuti nella cartella
"Database". Quando il newsreader richiede le "intestazioni", il
Newsplex gliele passa, volendo anche quando siete off-line. Quando
siete on-line potete scaricare i "corpi" che vi interessano, volendo
anche tutti. In questo caso NewsPlex controlla la velocità dei vari
newsservers impostati e sceglie -per ogni post- il server che in quel
momento è più veloce. I rimanenti newsservers vengono usati se il
più veloce non è in grado di consegnare il corpo del messaggio.


NewsPlex è utile quando il principale newsserver non offre tutti i
newsgroup che vi piacerebbe leggere, oppure quando questi newsgroup
sono incompleti (per esempio alcuni articoli potrebbero essere
filtrati, persi o alcune parti di articoli multi-part non comparire),
oppure quando il lasso di tempo per la permanenza degli articoli sul
newsserver è troppo breve (expiration delay).


NewsPlex può girare in background, in modo permanente. Esso esplora
periodicamente i newsservers per mantenere aggiornato il suo database
di articoli.

NewsPlex non ha bisogno di essere fermato nel caso di caduta della
connessione, per esempio nel caso in cui vi disconnettiate dal vostro
ISP. Esso attenderà fino al ripristino della connessione e quindi
continuerà le operazioni.

Torna all'indice


PRONTI A PARTIRE!

Decomprimete l'archivio contenente NewsPlex in qualsiasi cartella a
vostro piacimento. Dovreste avere un file eseguibile "newsplex.exe" e
un file di aiuto "Newsplex.htm" in formato HTML. Dovrebbero anche
esserci due file di testo "file_id.diz" e "descrip.ion" con la
descrizione di tutti i file presenti nell'archivio.
Per partire, NewsPlex richiede una sotto-cartella che chiamerete
"config", all'interno di essa dovrete creare due file:
il primo con il nome "servers" (senza estensione) e il secondo con
il nome "groups.yes" (l'estensione sarà quindi "yes"). Per procedere
correttamente è consigliabile disattivare l'opzione che nasconde le
estensioni dei files registrati: doppio click su "Risorse del
computer", Visualizza, Opzioni, Visualizza e assicuratevi che non ci
sia il segno di spunta [flag] su "Non visualizzare le estensioni MS-
DOS per i files registrati".

Il file "config" (che puo essere scritto tranquillamente con
qualsiasi editor di testo) contiene l'elenco dei newsservers da usare
e identifica quello principale.
Ogni riga descrive un singolo newsserver ed ha il seguente formato:

numero del server indirizzo del server [# commenti]

Ad esempio:

1 news1.yourisp.com # senza log-in
-2 UserID:Password@news2.yourisp.com # con log-in

Il numero del server deve essere unico per ogni newsserver e
maggiore di
0, eccetto la voce relativa al newsserver principale.
Se il server-number è negativo, il newsserver sarà considerato come
newsserver principale. Solo _un_ newsserver può essere definito
principale (main).
E' possibile aggiungere una riga di commento che inizia con #,
oppure mettere i commenti a fine riga sempre comincianti con #.
Una riga contenente solo la parola EXIT farà in modo che NewsPlex
ignori il resto del file. Una riga contenente solo la parola
DONOTUPDATE farà in modo che NewsPlex non aggiorni automaticamente i
newsservers che seguiranno.
Il newsserver principale (main) è sempre usato per postare gli
articoli.
Per una lista di newsservers pubbici potete visitare il sito
http://www.vene.ws

Il file groups.yes contiene l'elenco dei newsgroup che volete
seguire. Ogni newsgroup occuperà una riga e in questo caso non è
prevista alcuna numerazione. Un esempio del formato di questo file
può essere il seguente:

it.comp.software.newsreader
it.comp.software.shareware
it.economia.borsa
it.news.gcn
it.news.gestione
it.news.net-abuse
it.tlc.provider

Una volta creati questi due files potete eseguire il programmma. Se
volete creare un collegamento sul Desktop, trascinate l'icona di
NewsPlex sul desktop dalla cartella dove avete decompresso il file
zippato; questo creerà un collegamento. Selezionate "Proprietà" dal
menù contestuale attivabile con il pulsante destro del mouse,
cliccate sulla scheda "Collegamento", nella casella "Da" immettete la
cartella di lavoro all'interno della quale avete creato la cartella
config.
Nella casella di riepilogo "Esegui", selezionate Ridotta a icona.
Per finire, potete rinominare il collegamento in NewsPlex cambiando
il nome del collegamento in NewsPlex.lnk. Il file è collocato nella
sottocartella Desktop della cartella di installazione di Windows
95/98. Su Windows NT, viene collocato nella cartella Desktop del
vostro profilo.

Ora non vi resta che configurare il vostro newsreader! Visto che il
NewsPlex simula sul vostro PC un newsserver, l'indirizzo al quale il
newsreader si rivolgerà non sarà più un indirizzo esterno, ma
l'indirizzo con il quale il computer identifica se stesso. Nel menù
dove indicavate il newsserver scriverete dunque "localhost" oppure
l'indirizzo IP "127.0.0.1" eventualmente seguito da "119", ovvero
dalla porta predisposta per il protocollo NNTP. La stringa da
inserire sarà quindi:

"localhost 119" o "127.0.0.1 119"

oppure ancora

"localhost" o "127.0.0.1" nel caso cui un altro menù o un'altra
scheda di configurazione del vostro newsreader indichi già la porta
119.

Torna all'indice


LA PRIMA "ESECUZIONE"

NewsPlex è un programma che funziona in modalità console. Può essere
avviato sia da una finestra in modalità command, sia attraverso un
collegamento sul desktop.

Per terminare l'esecuzione del NewsPlex, potete inviare alla
finestra MS-DOS il comando Ctrl+C . Potete anche cliccare sul bottone
di chiusura della finestra oppure sulla funzione di chiusura apposita
nel menù a tendina.
E' anche possibile fermare NewsPlex attraverso telnet (telnet
localhost 119) fornendo il comando NPSHUT.
Come "ultima spiaggia" potete terminare NewsPlex usando il pulsante
"Termina applicazione" del Task Manager (finestra che appare dopo
aver digitato il mitico Ctrl+Alt+Canc).

Torna all'indice


FILES E CARTELLE CREATE

Alla prima esecuzione il NewsPlex crea una serie di files e
sottocartelle nella cartella di lavoro.

La cartella "database" contiene il database degli articoli. Contiene
un file per ogni newsgroup fornito da NewsPlex. Ogni file ha una riga
per articolo. Essa descrive l'articolo e indica da quale newsserver
viene fornito. Questi file non devono essere modificati.

La cartella "async" viene usata quando è attivo il caricamento
asincrono degli articoli. Essa archivia sia file di controllo che gli
stessi articoli.

La cartella "etc" ospita i vari file di output che NewsPlex crea e
qualche volta riutilizza.

La cartella "explore" archivia i file log risultanti dall'esplorazione
dei newsservers. I files log sono nominati dopo i newsserver.

Il file "journal" registra alcuni eventi e condizioni non appena
NewsPlex viene avviato, quali l'inizio delle esplorazioni nei
newsserver e le connessioni dei newsreaders.
Quando NewsPlex viene terminato inserisce all'interno del file
"journal" alcune informazioni di riepilogo circa l'uso dei newsserver
durante la sessione, allo stesso modo del risultato del
comando NPSERVERS.

La cartella "list" archivia temporaneamente l'elenco completo dei
newsgroup portati dai newsserver che non trovano corrispondenza
alcuna nei modelli. Viene automaticamente cancellata quando NewsPlex
viene terminato.

La cartella "logs" ospita vari file di output che NewsPlex crea ma non
riutilizza. Il suo contenuto può essere cancellato in qualsiasi
momento.

La cartella "newsrc" contiene un file per newsserver usato. Esso
rileva quali newsgroup sono stati esplorati sul newsserver e quali
descrizioni degli articoli sono state caricate da esso.

Quando i file creati dal programma raggiungono una certa dimensione
vengono automaticamente rinominati in *.bak e affiancati da altri che
acquisiscono il loro nome e la loro funzione. I file *.bak possono
essere tranquillamente rimossi.

Torna all'indice


INTERFACCIA?!

- OPZIONI

E' possibile interfacciarsi al programma utilizzando delle opzioni
che verranno specificate nella riga di comando oppure utilizzando dei
comandi da una sessione telnet.

Le opzioni verranno specificate nel "collegamento" oppure nella
"command-line" della finestra del "Prompt di MS-DOS" dal quale
lanciate il Newsplex. Ad esempio se volete utilizzare il carimento
asincrono, particolarmente indicato per newsgroups binari,
selezionate il collegamento sul Desktop, accedete a "Proprietà" dal
menù contestuale attivabile con il pulsante destro del mouse,
cliccate sulla scheda "Collegamento", nella casella "Destinazione"
aggiungete al percorso già indicato " -a". La stringa sarà quindi la
seguente:

"C:\Programmi\NewsPlex\newsplex.exe" -a

oppure, per un percorso diverso:

"D:\Applicazioni varie\NewsPlex\newsplex.exe" -a

Gli stessi parametri possono essere indicati nella finestra del
"Prompt di MS-DOS".
In ogni caso l'opzione stabilisce una "modalità di esecuzione" che
che viene osservata per tutta l'esecuzione del programma. Se si vuole
omettere tale modalità e/o specificarne un'altra è necessario
modificare la linea di comando e riavviare il Newsplex.

Ovviamente possono essere specificate contemporaneamente anche due o
più opzioni, in questo caso la sintassi può essere:

"Percorso\newsplex.exe" -a -i

oppure

"Percorso\newsplex.exe" -ai

Potete trovare l'elenco di tutte le opzioni specificabili e le
relative descrizioni nel file "Newsplex.htm" contenuto nell'archivio,
oppure nella traduzione italiana di tale file:  http://www.geocities.com/fashionavenue/1075/nplexman.zip



- COMANDI

E' possibile interagire con il programma impartendogli dei comandi.

Per fare ciò è necessario disporre di un client per telnet. Win9x
dispone di un client integrato che potete attivare dal menù "Esegui"
digitando "Telnet". Per agire sul NewsPlex è sufficiente digitare:

"Telnet localhost 119"

oppure

"Telnet 127.0.0.1 119"

La risposta del Newsplex dovrebbe essere:

****
"200 NewsPlex 2.8 (posting allowed)"
****

A questo punto potete digitare il comando che vi serve. Vediamo i
principali:

NPSHUT

Chiude la sessione di NewsPlex

NPRESTART

Riavvia NewsPlex

NPDELETEOLD "numero di giorni"

Questo comando corrisponde al "Purge" dei Newsreaders e cancella dal
database del NewsPlex tutte le descrizioni dei post che sono più
vecchi del numero di giorni da voi specificato. E' chiaro che questa
operazione deve essere fatta con una certa frequenza e che il numero
di giorni da voi specificato deve tener conto della frequenza con la
quale scaricate i corpi dei messaggi dei vari newsgroups.

NPDELETESERVER "numero del server specificato nel file config\servers"

Quando un server si dimostra inaffidabile e/o lento è oppurtuno
sostituirlo. Per fare correttamente questa operazione è necessario
seguire questo procedimento:

1. Avviare il NewsPlex.

2. Dalla sessione telnet digitare appunto il comando NPDELETESERVER
con la specificazione del numero del server.

3. Chiudere il Newsplex.

4. Cancellare i files con il nome del server dalle cartelle
"explore" e "newsrc".

5. Sostituire il nome del server con un altro nel file
config\servers e salvare.

Anche per i comandi potete trovare l'elenco con le varie descrizioni
nel file "Newsplex.htm" contenuto nell'archivio, oppure nella
traduzione italiana di tale file: http://www.geocities.com/fashionavenue/1075/nplexman.zip

Torna all'indice


COME VALUTARE UN SERVER

Per valutare i newsservers da voi impostati potete fare come segue:

1) Cercate nel file journal la fine del log di ogni sessione e
controllate per ogni server la velocità (colonna "speed" espressa
in byte).

Esempio:

****
[Id] State Updt Flgs Speed Art Kbytes P Name (Problems)
[ 1] Fail 0 8800 1 1 254 + news.libero.it
[ 2] Done 583 8800 1 1 41 + news.fu-berlin.de
****

2) Aprite i file corrispondenti ai vari servers nella cartella
"explore" e verificate quanti newsgroup sottoscritti siano presenti
sul newsserver.

Esempio:

****
Groups: total 1 dups 0 unwanted 0 kept 1 it.arti.cinema
Groups: total 1 dups 0 unwanted 0 kept 1 it.comp.lang.c
Groups: total 1 dups 0 unwanted 0 kept 1 it.comp.lang.c++
Groups: total 1 dups 0 unwanted 0 kept 1 it.comp.os.dos
****

Il numero "1" dopo "kept" indica che il newsgroup è presente sul
server!


3) Aprite il file "results" nella cartella "logs" per vedere quali
servers è stato possibile utilizzare e quali (per vari motivi) hanno
negato l'accesso.

Esempio:

****
cx485791-a.kenner1.la.home.com    # Host unreachable (NO_RECOVERY)
biz-direct.net    # Last connection failure too recent
UserID:password@news.fu-berlin.de    # Ok (ok)
news.libero.it    # Ok (ok)
****

Valutando questi 3 fattori (velocità, disponibilità dei newsgroup
sottoscritti e continuità del servizio) decidete quali servers
mantenere e quali sostituire. Credo che 3 servers affidabili siano
più che sufficienti a garantire un buon feed. Qualora uno di questi
si dimostri talvolta inaccessibile può essere vantaggioso affiancarne
un quarto.


enkidu75 scripsit enkidu75@monrif.net