LA FAQ DI XNEWS

Questo documento viene rilasciato secondo la licenza GNU General Public License (GPL o copyleft) versione 2 della Free Software Foundation. Chiunque è autorizzato a distribuire copie elettroniche o cartacee del presente documento, allegarlo a raccolte, CD-ROM o programmi, a patto di citare la fonte da cui è stato tratto. Inoltre il presente documento può essere liberamente modificato in ogni sua parte purché venga rilasciato secondo la medesima licenza e i nomi dei curatori della presente versione vengano rimossi. L'autore non si assume _NESSUNA_ responsabilità per eventuali errori o inesattezze eventualmente rilevabili. Questo documento inoltre deve essere considerato frutto delle opinioni personali dell'autore e _non_ una enunciazione di dogmi assoluti.

Distribuzione: http://www.geocities.com/fashionavenue/1075
Maintainer: eaglestorm @ iname.com
Ultimo aggiornamento lunedì 2 aprile 2001 

  1. Cosa è Xnews?
  2. Cosa offre Xnews?
  3. Cosa non offre Xnews?
  4. Perché questo documento? Il manuale non bastava?
  5. In cosa è preferibile Xnews rispetto ad Agent?
  6. Ho provato Xnews ma ci sono diverse cose che non mi convincono...
  7. Perdo spesso il focus sull'articolo aperto. Cosa fare per recuperarlo?
  8. Come posso avere le finestre interne di Xnews ingrandite a pieno schermo già all'apertura?
  9. Ho spedito un articolo in un gruppo di discussione, ma non lo vedo comparire oppure compare, ma la data applicata non rispecchia quella di spedizione...
  10. Nel Message-ID dei miei articoli compare il numero IP del server (127.0.0.1 se locale). Come sostituirlo? Come obbligare Xnews a non inserire il Message-ID?
  11. Come inserire il "private e-mail" nel reply-to degli articoli spediti su Usenet?
  12. Quando replico ad alcuni articoli Xnews non taglia la firma posta dopo il delimitatore "--"
  13. L'ampiezza del threading nelle discussioni è insufficiente. Si può incrementare?
  14. I filtri rapidi (b filter o filter-box) sono una bella cosa, ma non sembrano praticissimi da usare
  15. Come cancellare gli indirizzi e-mail presenti nella finestra di composizione messaggi?
  16. Come archiviare in automatico tutti i nuovi articoli in una cartella "folder"?
  17. Come decifrare in automatico tutti i post di it.binari.ecc... che "parlano" di Paola Barale? ;-}
  18. Come si possono ordinare gli articoli per data? Come se ne può invertire l'ordine? E in generale, come ordinare gli articoli in base a campi diversi dal numero?
  19. Problemi con le cartelle "folder". Spazio su disco non sufficiente. Cartelle con più di 2 gigabyte di dati che sembrano vuote.
  20. Xnews mostra tutti gli articoli con data di invio 1.00a / 2.00a
  21. Cosa è il MIME? Come faccio ad aggiungere la codifica per i caratteri internazionali?
  22. Non riesco a connettermi a 127.0.0.1. Xnews non risolve gli indirizzi numerici.
  23. Esiste una versione di Xnews per Linux?

<--

Cosa è Xnews?

Xnews è un newsreader online freeware per Windows in lingua inglese reperibile presso http://xnews.d3news.net, con manuale tradotto in italiano reperibile presso http://www.geocities.com/fashionavenue/1075.

Xnews è multi-identità, multi-server, multi-thread e multi-socket.

La multi-identità implica la possibilità di attivare più di una identità.

Il multi-server implica la possibilità di collegarsi con più newsserver, in remoto o in locale. Ogni server è associabile a un'identità differente.

Per multi-thread comunemente si intende un software capace di invocare più connessioni simultanee da una o più sessioni dello stesso programma, non necessariamente interagenti l'una con l'altra e non necessariamente con lo stesso server.

Per multi-socket si intende invece un software capace di invocare più connessioni simultanee con lo stesso server da una o più sessioni dello stesso programma, non necessariamente interagenti l'una con l'altra, non necessariamente interagenti con altri server.

<--

Cosa offre Xnews?

  • 100% GNKSA 2.0 (Good Net Keeping Seal of Approval) compatibile.
  • Plonk file (aka bozo bin).
  • Filtri rapidi (in base a un'espressione regolare è possibile filtrare solo gli articoli corrispondenti a determinati titoli o autori).
  • Score file per filtri avanzati.
  • Supporto per identità/server multipli.
  • Newsgroup organizzabili in categorie.
  • Scorciatorie da tastiera e toolbar personalizzabili a piacere.
  • Gestione binari (mime, base64, uuencode secondo necessità).
  • Header opzionali (escluse quelle riservate) generali o in base al gruppo.
  • Cache delle intestazioni/articoli caricati, cartelle in formato Berkeley per l'archiviazione permanente.
  • Colorazione personale delle citazioni multiple (multilevel quote coloring).
  • X-Face.
  • Molto altro ancora...

<--

Cosa non offre Xnews?

  • Ricerca globale nei corpi degli articoli (disponibile solo per gli articoli archiviati nelle cartelle).
  • Reply o forward verso indirizzi e-mail multipli (accetta un solo e-mail address).
  • Esportazione / importazione dei messaggi.
  • Header pre-fetching e pre-threading, in altri termini la capacità di caricare automaticamente sia intestazioni che corpi da un gruppo. Pur essendo dotato di una cache su disco per gli articoli già richiesti (Special > Setup Xnews > Storage), la filosofia di Xnews rimane quella di un newsreader online. Xnews richiede la partecipazione attiva dell'utente durante la connessione anche se offre alcuni stratagemmi per agevolarlo.
  • Streaming dei binari jpeg, gif e png (i jpeg vengono mostrati, ma solo al completamento. Si consiglia l'uso di un visualizzatore esterno come AcdSee).
  • Controllo ortografico (si consiglia l'uso di un correttore ortografico esterno come Spell Checker).
  • Codifica MIME per i caratteri internazionali (leggi MIME)

<--

Perché questo documento? Il manuale non bastava?

Il manuale rimane in ogni caso la prima referenza per l'apprendimento di Xnews. La FAQ intende comunque curare alcuni aspetti assenti o non adeguatamente sviluppati nel manuale. Le risposte rinvenibili in questa FAQ rappresentano soluzioni e stratagemmi per gli utenti che hanno già cominciato a usare Xnews e ne vogliono approfondire alcuni aspetti oscuri.

<--

In cosa è preferibile Xnews rispetto ad Agent?

Agent 1.8 corrisponde a una soluzione sicuramente più matura e stabile, ma anche più obsoleta. Se si usa una cache locale (Hamster, Dnews, MyNews, ecc.), Xnews è risposta più adeguata e leggera mentre, per interfacciarsi direttamente alla Rete, Agent risulta più user-friendly. Discorso a parte meriterebbero i binari dove Agent, pur mostrando i segni del tempo, confida ancora in una migliore robustezza. Con l'avvento delle flat e lo sviluppo dei newsserver locali per Windows, il vantaggio competitivo di Agent nei confronti di Xnews è andato colmandosi e diversi utenti hanno cominciato a migrare verso la nuova architettura. Può sembrare pomposo parlare di architettura, ma Xnews in poco più di mezzo megabyte ha racchiuso in sé le più recenti intuizioni sul tema.

Al di là comunque del grado di sviluppo e delle scelte adottate, i due programmi si confrontano su due piani radicalmente diversi. Xnews è e rimane un newsreader online, Agent predilige invece il campo delle funzioni offline.

<--

Ho provato Xnews ma ci sono diverse cose che non mi convincono...

Questo non intende essere un compendio di suggerimenti sul setup di Xnews. Xnews non si pone come soluzione user-friendly, ma piuttosto come lettore destinato ai power-user. Alla luce di ciò, si sconsiglia lo shock di un passaggio diretto e, prima di farsene un'opinione, resta valido l'invito ad allenarsi per un po' di tempo. La mappatura delle scorciatoie da tastiera (shortcut), lo scorefile, le cartelle queue, i filtri rapidi, ecc. richiedono tempo per la comprensione, tempo ampiamente ripagato quando se ne riuscirà a ottenere pieno controllo. Questa difficoltà intrinseca dipende anche dalla necessità di conoscere almeno a grandi linee il protocollo NNRP. Ad esempio, la funzione Xpat Search (Ctrl+F2) non è presente nei newsreader più noti e, non essendo adeguatamente documentata, richiede un'idea, almeno approssimativa, del funzionamento del comando Xpat (roba favolosa per trovare uno o più articoli in newsgroup affollati dove altrimenti bisognerebbe caricare alcune migliaia di intestazioni).

Ad ogni modo, chiedete su it.comp.software.newsreader

<--

Perdo spesso il focus sull'articolo aperto. Cosa fare per recuperarlo?

Quando Xnews applica o rimuove filtri per la selezione rapida, riordina l'elenco degli articoli e perde il focus sull'articolo correntemente visualizzato nella finestra di anteprima. In tal caso basta pigiare la lettera "C" che Xnews originariamente associa alla costante acvShowActive presente nel keyboard mapping.

<--

Come posso avere le finestre interne di Xnews ingrandite a pieno schermo già all'apertura?

La finestra principale segue le impostazioni memorizzate durante la chiusura precedente. Le finestre interne, invece, si aprono sempre in modalità stile "cascade". Per averle a pieno schermo, bisogna aggiungere l'opzione /m alla linea di comando. Ad esempio:

c:\programmi\xnews\xnews.exe /m

<--

Ho spedito un articolo in un gruppo di discussione, ma non lo vedo comparire oppure compare, ma la data applicata non rispecchia quella di spedizione...

Può dipendere dal fatto che Xnews non appone di default la data di spedizione, lasciando questa incombenza al server. In tal caso, basta inserire questa chiave nella sezione [Compose] di Xnews.ini:

GenerateDateHeader=1

Se Xnews non applica la data al momento della spedizione e il server è mal configurato, quest'ultimo può applicare una data sballata, magari precedente. In tal caso, si incorre nel rischio che lo stesso Xnews escluda l'articolo secondo quanto previsto da Special > Setup Xnews > Storage | Purge After [__] days. Per trovare l'articolo, si può comunque applicare una ricerca per Xpat in base alle generalità usate per spedirlo.

<--

Nel Message-ID dei miei articoli compare il numero IP del server (127.0.0.1 se locale). Come sostituirlo? Come obbligare Xnews a non inserire il Message-ID?

Nella sezione [Compose] di Xnews.ini è possibile aggiungere la chiave FQDN che sostituirà la parte destra dei Message-ID definiti da Xnews. l'FQDN può essere una stringa di fantasia (a patto di rispettare le regole della RFC 822 e 1036). Ad esempio...

FQDN=miodominio.it

Oltre a stringhe di fantasia, è possibile impiegare quattro variabili interne del programma. Queste sono:

%rip - IP del computer remoto, in altri termini il numero IP del newsserver
%rhost - nome del computer remoto
%lip - IP del computer locale
%lhost - nome del computer locale (su Windows 9x è il nome assegnato al computer in Pannello di Controllo > Rete | scheda Identificazione)

Se si vuole addirittura fare a meno del Message-ID (sconsigliato), la soluzione è lasciare in bianco l'ID-Token su Special > Setup Xnews. Come ID-Token, si deve adottare una stringa rappresentativa (ad esempio, l'indirizzo e-mail senza @), ma non eccessivamente lunga.

<--

Come inserire il "private e-mail" nel reply-to degli articoli spediti su Usenet?

Nella sezione [Compose] di Xnews.ini è possibile aggiungere

SetReplyToInPost=1

SetReplyToInPost è un campo booleano (0;1) e ha 0 come valore predefinito.

<--

Quando replico ad alcuni articoli Xnews non taglia la firma posta dopo il delimitatore "--"

Lo standard nella RFC 1036 prevede che il delimitatore di firma sia formato da "trattino trattino spazio" ("-- "). Xnews in modalità predefinita riconosce solo questo delimitatore. Purtroppo alcuni lettori mal progettati elidono gli spazi a fine riga generando un delimitatore non standard. Xnews può essere personalizzato in modo da riconoscere anche questo delimitatore, tramite la chiave SigDashRegex nella sezione [Misc] di Xnews.ini. Il contenuto di questa chiave è un'espressione regolare

SigDashRegex=^\-\-\s?$

<--

L'ampiezza del threading nelle discussioni è insufficiente. Si può incrementare?

Xnews in modalità predefinita organizza le discussioni fino a un massimo di 20 livelli (Agent, invece è predefinito su 6 e può raggiungere un massimo di 15). Nella sezione [display] di Xnews.ini si può aggiungere la chiave MaxThreadDepth e impostare un numero intero maggiore di zero a piacere.

MaxThreadDepth=20 (default)

<--

I filtri rapidi (b filter o filter-box) sono una bella cosa, ma non sembrano praticissimi da usare

I filtri rapidi sono presenti in fondo a groups e articles window. La loro funzione è quella di mostrare solo gruppi o articoli corrispondenti a determinate regole (cercare 'b filter' sul manuale). All'inizio possono sembrare un po' ostici, ma ai fini di una loro comprensione è sufficiente ricordare che:

  1. il pulsante [ t ] organizza i thread in base all'ordine di discussione;
  2. la lettera alla destra del box identifica la tipologia del filtro applicabile (Subject, From, Group);
  3. il click con il pulsante sinistro del mouse sulla lettera 'fitro' comporta l'annullamento dei filtri (equivale a Ctrl+F9);
  4. il click con il pulsante destro del mouse sulla lettera 'filtro' comporta il cambiamento di stato del filtro applicabile;
  5. si possono sovrapporre più filtri;
  6. se si digita qualcosa di sbagliato si può sempre annullare (backspace) a patto di non aver già dato Invio; oppure si può annullare l'ultimo filtro applicato tramite Undo Last Filter (alt+backspace).

L'organizzazione dei thread in base all'ordine di discussione può essere demandata a una scorciatoia da tastiera assegnando una combinazione di tasti, o un tasto funzione, a acvFilterBox (Special > Keyboard Mapping).

Il cambiamento di stato del filtro applicabile (lettera 'filtro') può essere demandato a una scorciatoia da tastiera assegnando una combinazione di tasti o un tasto funzione a acvThreaded (Special > Keyboard Mapping).

Indicativamente, a un box è meglio non assegnare una semplice lettera (che finirebbe scritta nella casella), ma un qualcosa di più complesso come ad esempio, Ctrl+F10 o F10.

<--

Come cancellare gli indirizzi e-mail presenti nella finestra di composizione messaggi?

Nella finestra di composizione messaggi di Xnews, "To:" è il campo per aggiungere l' indirizzo email. Premendo "+" l' email viene memorizzata nell'elenco a discesa, all'interno dello stesso campo. Questo elenco viene memorizzato nel registro di Windows alla chiave:

HKEY_CURRENT_USER\Software\Xnews\coMailTo

Troppo faticoso? Usate "Ctrl+Canc" per cancellare ogni cosa.

<--

Come archiviare in automatico tutti i nuovi articoli in una cartella "folder"?

Come sottolineato in precedenza (^), Xnews non supporta funzioni di header pre-fetching e pre-threading. In altri termini Xnews, pur godendo della possibilità di fare caching delle intestazioni e dei corpi (storage), non ha la capacità di caricare automaticamente sia intestazioni che corpi da un gruppo. Per fare ciò esiste comunque uno stratagemma ovvero l'archiviazione automatica degli articoli in una cartella "folder" per poterli poi leggere comodamente offline. A tal fine è necessario modificare groups.ini.

Innanzitutto, bisogna inserire un'espressione regolare che identifichi il gruppo. Ad esempio, il gruppo it.discussioni.varie.

[^it\.discussioni\.varie$]

Poi dovremo definire una cartella "folder" per l'archiviazione degli articoli. Il default reperibile su Xnews.ini è Archive=archive. In questo esempio si è scelto di aggiungere "varie" agendo su groups.ini.

Archive=varie

Infine, dovremo aggiungere una stringa in grado di programmare i compiti da svolgere all'atto dell'apertura del gruppo. Sarà necessario associare Onloaded con le costanti necessarie. Una breve descrizione di queste costanti è presente nel keyboard mapping (Alt+K).

OnLoaded=acvShowUnread,acaSelectAll,acaArchive

<--

Come decifrare in automatico tutti i post di it.binari.ecc... che "parlano" di Paola Barale? ;-}

Bisogna fare due cose. Innanzitutto applicare un filtro nello scorefile che assegni un punteggio maggiore di zero a tutti gli articoli con la parola "barale" (Article > Add to score file) . In secondo luogo, modificare groups.ini come segue:

Inserire un'espressione regolare che identifichi il gruppo. Ad esempio, con un gruppo chiamato it.binari.scanseries avremo...

[^it\.binari\.scanseries$]

Se sul disco si vuole cambiare il nome e il percorso della cartella che serve a decifrare i file, bisogna aggiungere la chiave DecodeDir. Xnews in modalità predefinita salva i binari, decifrandoli in esadecimale, su (root_di_Xnews)\downloads (Special > Setup Xnews > Files oppure sezione [Misc] di Xnews.ini). Nel caso in oggetto, potremmo voler usare, ad esempio, la cartella c:\documenti\immagini.

DecodeDir=c:\documenti\immagini\

Infine, dovremo aggiungere una stringa in grado di programmare i compiti da svolgere all'atto dell'apertura del gruppo. Sarà necessario associare Onloaded con le costanti necessarie. Una breve descrizione di queste costanti è presente nel keyboard mapping (Alt+K).

Onloaded=acvShowThGt0Score,acaSelectAll,acaDecode

<--

Come si possono ordinare gli articoli per data? Come se ne può invertire l'ordine? E in generale, come ordinare gli articoli in base a campi diversi dal numero?

Xnews in modalità predefinita ordina gli articoli in base al numero di immatricolazione del newsserver (remoto o locale). E' possibile modificare l'ordine degli articoli manualmente cliccando sulle intestazioni delle colonne (Subject, Queue, Lines, From, Date, Score, No).

Se si vuole cambiare l'ordine precostituito, lo si può fare modificando le voci SortOn e SortOrder nella sezione [Display] di Xnews.ini.

SortOn accoglie i campi from, subject, selection, date, lines, no, group, score e none (default SortOn=No).

SortOrder accoglie i valori 1 e -1 (default SortOrder=1) che misurano rispettivamente l'ordine crescente e decrescente.

Per far sì che un singolo gruppo sia ordinato in senso inverso di data, è necessario modificare groups.ini. Si dovrà:

Inserire un'espressione regolare che identifichi il gruppo. Ad esempio, il gruppo it.discussioni.varie.

[^it\.discussioni\.varie$]

Aggiungere le seguenti istruzioni...

SortOn=Date

SortOrder=-1

Se si vuole anche disattivare il threading per argomento, si potrà aggiungere...

OnOpen=acvThreaded

<--

Problemi con le cartelle "folder". Spazio su disco non sufficiente. Cartelle con più di 2 gigabyte di dati che sembrano vuote.

Gli utenti che operano con grandi cartelle di binari, dovrebbero prestare qualche attenzione in più alla manutenzione degli archivi. Una volta decifrati ed esportati su disco i file in formato esadecimale, è opportuno usare la funzione Group > Purge folder. Non si deve compattare. Non si deve cancellare nulla che potrebbe causare la compattazione automatica dell'archivio. Quando Xnews compatta una cartella, procede a una copia in un file temporaneo, lasciando al di fuori gli articoli cancellati. Al di là della lentezza di quest'operazione, Xnews richiede almeno tanto spazio quanto è grande la vostra cartella (articoli cancellati esclusi, presumo).

Nel caso di computer dotati con poca memoria (hd e ram), i consigli sono:

  1. non aprire troppi gruppi alla volta;
  2. limitare il numero di intestazioni da caricare (e corrispondenti articoli da archiviare e/o decifrare);
  3. lanciare spesso catch up e purge;
  4. sperare che Luu Tran migliori il programma. (Sono parole sue ;-). Ritengo che si riferisca a computer dotati con soli 16 mb di memoria perché personalmente non ho mai avuto problemi di sorta con 32/64mb di ram)

Le cartelle "folder" di Xnews non possono contenere più di 2 gigabyte di dati (2.147.483.648 di byte). Non sono certamente pochi, ma superare questa soglia comporta il rischio di perderne il contenuto oltre a impedirne la successiva apertura (la finestra apparirà vuota). Per recuperarne il contenuto esistono due soluzioni:

  1. Usare un programma chiamato UUDEVIEW. Si può trovare presso ftp://ftp.engr.orst.edu/pub/vbcc/ud3212.exe.
  2. Usare un programma come Winzip (o similare, ad esempio PowerArchiver) provando a rinominare il file .mbx sia in .uue che in .mim e a riaprirlo con l'applicazione associata. Nella maggior parte dei casi, Winzip dovrebbe riuscire ad aprire il file e a mostrare per il salvataggio i file in esso contenuti. A questi fini non dovrebbe tornare utile, ma nel caso Winzip non riconoscesse l'archivio esistono utility ms-dos riparatrici come PkZipFix che potrebbero fare al caso.

<--

Xnews mostra tutti gli articoli con data di invio 1.00a / 2.00a

Nelle Impostazioni Internazionali del Pannello di controllo, scheda Ora, usate ":" (due punti) come separatore. Come alternativa si può fare in modo che Xnews non sfrutti il timezone di Windows: in tal caso leggere come funziona la chiave TZ nel manuale di Xnews e fate attenzione all'ora legale :-)

<--

Cosa è il MIME? Come faccio ad aggiungere la codifica per i caratteri internazionali?

Il MIME (Multipurpose Internet Mail Extension) è un metaformato che permette di allegare diversi tipi di dati (binari, immagini, audio, video, ecc) a un singolo messaggio di posta elettronica. Inoltre permette di definire la tabella dei caratteri (es. iso-8859-1) da usare al fine di interpretare i messaggi a 8 bit. Infatti di 256 caratteri a disposizione, solo i primi 128 (da 0 a 127 corrispondenti alle combinazioni di 7 bit) sono comunemente riconosciuti. In proposito, leggere la faq di it.news.aiuto http://members.tripod.com/~mamo_site/FAQ/html/FAQ-INA.htm.

Xnews non aggiunge automaticamente la codifica per i caratteri internazionali (per la verità non li aggiunge nemmeno Microsoft con Outlook Express, sulla cui presunta "internazionalità" ha costruito un intero paradigma aziendale). Invece Forté Agent, insieme ad altri reader, è in grado di riconoscere nel testo la presenza caratteri internazionali (accentate) e aggiungere le intestazioni MIME necessarie alla codifica.

E' comunque possibile aggiungere queste intestazioni a 8 bit integrandole in modo predefinito tramite extra-header. Su Special > Setup Xnews > Compose | Custom Headers, si potrà così aggiungere...

*Content-Type: text/plain; charset=ISO-8859-1
*Content-Transfer-Encoding: 8bit

<--

Non riesco a connettermi a 127.0.0.1. Xnews non risolve gli indirizzi numerici.

In alcune versioni Xnews non sembra in grado di risolvere indirizzi sotto forma di numero IP. Se si vuole connettere Xnews in locale si potrà usare localhost in luogo di 127.0.0.1, ma si dovrà ripiegare su una diversa soluzione per gli indirizzi della rete locale o per i newsserver remoti espressi in numerico.

La soluzione consiste nel mappare a livello di sistema operativo gli indirizzi numerici incrociandoli con nomi di dominio a nostro piacere. Ad esempio, In Win9x, nella cartella principale, nel file hosts (c:\windows\hosts) si potrà aggiungere

127.0.0.1 localhost
202.102.3.142 remoteserver1

Il file potrebbe esistere sotto il nome di hosts.sam. L'estensione .sam identifica un esempio (sample) e dovrà essere elisa. Su Windows NT (forse anche su Windows 2000), il file hosts si trova sotto \system32\drivers\etc\hosts.

<--

Esiste una versione di Xnews per Linux?

Alla data odierna, no (febbraio 2001). Tuttavia, ricordo che Xnews è stato sviluppato per Delphi (simile al Pascal) e che Borland, proprio in questi giorni, ha annunciato il rilascio di Kylix, l'ambiente di sviluppo visuale per Linux e Windows basato su Delphi e in grado, secondo gli esperti, di erigere un solido ponte fra le due piattaforme.

La versione desktop di Kylix costa 999 U$A, mentre quella enterprise ben 1999 U$A. Per soli 99 U$A è possibile ottenere la versione sotto licenza GPL (non quella a gas) comprensiva di manuali. Il limite della versione con licenza GPL è che tutto ciò che ricade sotto il suo sviluppo deve essere rilasciato con la medesima licenza, in altri termini non basta che il programma sia gratuito (free) perché il codice che lo compone (source) deve essere rilasciato al pubblico. Allo stato attuale non sappiamo se l'autore di Xnews voglia salassarsi per acquistare la versione desktop o sia piuttosto intenzionato a rilasciare il codice sotto licenza GPL.

Ad ogni modo, facendomi indovino, credo che potremo avere una versione di Xnews sotto Linux entro la fine dell'anno, ma non chiedetemi sotto quale licenza (freeware, opensource, shareware, ecc.).

Se cercate ulteriori informazioni sulle licenze software, potete leggere http://www.fsf.org/philosophy/license-list.html in lingua inglese.